BluOrobica

VIS 2008 FERRARA-UNICA BLUOROBICA 70-64 (17 – 7; 16 – 17; 17 – 18; 10 – 18; 10 – 4)

UNICA BLUOROBICA: Morelli 5, Cane 23, Gomah, Doneda 3, Bertoncin, Rota 8, Nespoli 9, Leoni 1, Carparelli, Renella 3, Picarelli, De Martin 12. All. Marco Albanesi
VIS 2008 FERRARA: Bellini, Cazzanti 10, Dioli 9, Farina 4, Romondia 14, Braga, Sankarè 19, Giovannelli, Yarbanga 9, Boggian 2, Jovanovic, Ouattara 3. All.
E’ l’overtime che ci condanna alla sconfitta contro Ferrara in una gara che effettivamente ci ha visto soffrire fin dai primi minuti. I padroni di casa prendono in mano subito la situazione con Romondia, decisivo nel supplementare, e Sankarè a confezionare canestri mentre noi fatichiamo l’inverosimile per segnare ed è 17-7 dopo 10 minuti. Secondo quarto con Ferrara che controlla ancora e vola anche a +15 e noi perdiamo per infortunio Donesa, ma Cane inizia a segnare con continuità, 11 nel quarto e 23 totali, aiutato da De Martin e rosicchiamo un prezioso punticino a metà gara, 33-24.
Anche nel terzo periodo Ferrara controlla mantenendo un vantaggio tra i dieci ed i tredici punti, Capitan Rota prende un tecnico che ci fa cambiare un po’ l’atteggiamento e un parziale da 7-0, a cavallo dei quarti, ci rimette in carreggiata e ci da coraggio per la rimonta: arriviamo 50-45 con otto minuti da giocare e inerzia cambiata. Nespoli suona la carica con Rota e Cane a seguirlo e Ferrara con fatica mantiene tre punti di vantaggio ma il solito Sankarè ad un minuto dalla fine dà il 60-55 a Ferrara. Finita? Mai finita con questa squadra, due liberi ci riportano a -3 e dopo il time out Rico Rota, sulla sirena, mette la tripla che impatta e ci porta al supplementare.
Nell’overtime la fatica della rimonta si fa sentire, ancora Nespoli si carica i compagni sulle spalle e con quattro punti di fila tiene il punteggio in parità a 64. Ma con Rota prima e Cane poi out per falli è Ferrara ha trovare la via del canestro portandosi 67-64, Nespoli non riesce a rispondere e Romondia chiude il conto con tre liberi a diciassette secondi dalla fine.
70-64 il finale per l’ennesima prestazione di carattere di questi ragazzi che non smettono di stupire.
“Siamo partiti male con una sudditanza fisica poi pian pianino ci siamo ripresi abbiamo retto difensivamente ma non abbiamo mai segnato i canestri che contavano e il 42% ai liberi ha pesato molto. Nulla di compromesso per la corsa ai primi tre posti che ci garantirebbero il passaggio diretto del turno.” Le parole del team manager Luca Belotti a fine gara.
Prossimo importante appuntamento lunedì 26 febbraio, in casa, al Centro Sportivo Italcementi, contro Fidenza ieri vittoriosa con l’Olimpia Milano.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai qualche domanda?

Clicca il pulsante qui sotto per contattarci